Le indagini pacometriche rappresentano delle prove non distruttive attraverso le quali è possibile rilevare la presenza, la direzione e il diametro delle barre di armatura all’interno di elementi in calcestruzzo armato e permette inoltre la misura dello spessore del copriferro e l’interferro dei tondini di acciaio.

La prova avviene utilizzando il pacometro il quale è uno strumento digitale che sfrutta le proprietà magnetiche del ferro per la localizzazione delle armature.

Il funzionamento del pacometro si basa sul principio dell’induzione magnetica. Lo strumento è costituito da una sonda generatrice del campo e da una centralina, che misura la potenza dissipata dall’oggetto metallico per effetto dell’induzione magnetica indotta dalla sonda. La posizione dei ferri è determinata muovendo la sonda sulla superficie in esame, fino ad individuare la direzione di massimo assorbimento elettromagnetico che corrisponde all’andamento longitudinale della barra.

In presenza di elementi magnetici la centralina emette un segnale acustico, di intensità via via crescente all’approssimarsi del metallo, e visualizza in tempo reale la sezione delle barre rilevate su un display digitale.

Le indagini pacometriche che rientrano nella tipologia di prove non distruttive consentono di rilevare, come se proiettate sul piano costituito dalla superficie del calcestruzzo:

  • la posizione (tale da consentire la stima dell’interferro e del copriferro) la direzione, il numero e il diametro delle armature, poste su piani paralleli a quello di indagine;
  • il passo delle staffe;
  • rilevare la presenza di altri oggetti metallici quali tubazioni, cavi elettrici, tiranti.

Grazie alle prove pacometriche si possono individuare anche le zone di conglomerato non attraversate da armature al fine dell’effettuazione di ulteriori prove distruttive, quali le prove di compressione su carote di calcestruzzo (serve ad individuare la zona dove prelevare la carota), e non, quali le prove sclerometriche e/o ultrasoniche (sonreb), prova pull out, che sono tutte influenzate dalla presenza di armature.

Per quanto sopra la prova pacometrica dovrebbe essere effettuata prima di ogni altro tipo di prova distruttiva e non. La prova pacometrica è quindi l’analisi iniziale che, congiuntamente alla prova di carbonatazione, permette di iniziare un percorso che porta alla determinazione delle caratteristiche del calcestruzzo.

La prova pacometrica è regolamentata dalla norma BS 1881:204.

Dove siamo
 LAZIO – Via Mediana, 130 – Aprilia (LT) TOSCANA – Via E. Mannelli Snc – Signa (FI)


Contattaci

 Tel : + (39) 06/90285675
 Fax : + (39) 06/92872130
 Cel : + (39) 393/0418096
 posta@ediltest.net

I nostri orari

  Lun – Ven / 7:00 – 18:30

©Ediltest srl 2018 All Rights Reserved

Partita Iva 02568950592

Designed by Betwindesign.it